Borsa: Milano Europa con virus e

Titoli peggiori banche

(ANSA) – MILANO, 31 GEN – Seduta di fine settimana in discesa per Piazza Affari, come per il resto d’Europa, sui timori delle ripercussioni per l’emergenza coronavirus da Wuhan. Per Milano, coi dati poco rassicuranti sul Pil, mentre sono stati diffusi anche per l’intera eurozona, il rosso è peggiorato fino a -2,2%. A patirne le conseguenze sono state soprattutto le banche, nonostante lo spread Btp-Bund chiuso a 136 punti: male Banco Bpm (-5%), Bper (-4%), Ubi (-3,3%), Unicredit (-2,2%) e Intesa (-2%). In fondo al listino principale anche Stm (-4,4%) come il comparto nel Vecchio continente, Exor e Poste (-4%), Tim (-3,6%) e Pirelli (-3,6%), come i componenti auto in Europa e le auto stesse, tra cui Fca (-1,6%) rimasta però sopra l’indice. Sofferenti i petroliferi, da Saipem (-3,4%) a Eni (-2%), col greggio in calo (wti -0,5%). Bene invece Atlantia (+2%) con le voci di trattativa col governo e Leonardo sulle indicazioni di un 2019 sopra i target. Guadagna Ascopiave (+8,8%) con la vendita di una parte del pacchetto a A2a (-1,5%).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.