Borsa: Milano guadagna con industria

Deboli le banche

(ANSA) – MILANO, 24 GEN – Chiusura in positivo (+1,1%) per la Borsa di Milano, che ha perso smalto a fine seduta, come il resto dell’Europa, sulla scia del calo iniziato a Wall Street. Brillanti Poste (+3,1%), presentate innovazioni a Londra, Atlantia (+3,1%), con l’ipotesi di scorporo di Aspi per favorire la trattativa col Governo per le concessioni autostradali, e per l’industria Prysmian (+3%) sull’onda della commessa in Brasile col consorzio Libra, Buzzi Unicem (+3%) e Leonardo (+2,4%), non Azimut (-2,7%). Bene Enel (+2,6%), Tim (+2%). Migliore del Ftse Mib Hera (+3,2%). In crescita Fca (+0,8%) e Ferrari (+1,1%). Giù Saipem (-1,4%), ha tenuto Eni (+0,09%) e ha guadagnato Tenaris (+1,2%), col greggio in calo (wti -2,9%), con perdite anche per Pirelli (-2,5%) sulla scia del comparto nel Vecchio continente. Deboli le banche, nonostante lo spread Btp-Bund chiuso a 156,5: in rosso Banco Bpm (-1%) e Unicredit (-0,8%), mentre la presidente della Bce, Christine Lagarde, ha espresso l’intenzione di proseguire con tassi bassi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.