Borsa: Milano in rosso (-0,02%), male banche, non Unicredit

Giù petroliferi e industria

(ANSA) – MILANO, 08 GEN – Gira il leggero negativo la Borsa di Milano (-0,02%), in controtendenza rispetto alle altre principali Piazze europee, mentre il Paese attende di conoscere il futuro del governo e sono state decise nuove misure di contrasto alla pandemia da Covid 19. Si assottigliano i guadagni di Amplifon (+2,9%) e Stm (+2,5%), che corre dopo i risultati preliminari del 2020, così come i rimbalzi dei farmaceutici, con Recordati (+2,1%) e Diasorin (+0,4%). Forti le perdite dell’industria, da Interpump (-4,8%) a Prysmian (-2%), Buzzi (.1,5%) e Leonardo (-1,3%). Tra le auto giù Fca (-1,7%), mentre si risolleva Ferrari (+0,2%). Tra le banche, con lo spread poco mosso verso 105 punti, sono in forma solo Unicredit (+1,9%) e Mps (+0,8%), in attesa di eventuali nozze, non Fineco (-0,6%), Banco Bpm (-0,6%), Intesa (-0,8%) e Bper (-1,4%). Peggiorano i petroliferi, da Eni (-0,7%) a Tenaris -0,4%) e Saipem (-0,9%), mentre il greggio guadagna (wti +1,6%) a 51,6 dollari al barile. Fuori dal listino principale sale Ovs (+3%) col via libera del Mise all’offerta per acquisire alcuni asset di Stefanel. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.