Borsa: Milano in rosso con l’elettricità e le banche

Bene petroliferi col rincaro del greggio. Guadagna Stellantis

(ANSA) – MILANO, 15 SET – Piazza Affari ha chiuso la seduta di metà settimana in rosso (-1%), in linea con le altre principali Borse europee, con dati sull’inflazione in crescita ad agosto. Su Milano, come in particolare sul listino spagnolo, hanno pesato le utility, soprattutto i titoli legati all’elettricità, con la questione dei rincari. In fondo al listino principale Enel (-5,5%), ma sono scesi anche altri, come A2a (-4,2%) e Terna (-2%). Giù come il giorno prima il lusso, con le nuove restrizioni di movimento per il Covid in Cina, a partire da Moncler (-5,1%) e Ferragamo (-2,2%). Male tra i farmaceutici Recordati (-2,6%) e Diasorin (-1,4%). Prese di beneficio per Amplifon (-2,4%), in calo nell’industria Prysmian (-1,9%) e Interpump (-1,7%). Banche in rosso, da Unicredit (-1,5%) a Banco Bpm (-1%), Bper (-0,5%) e Intesa (-0,4%). Ancora in controtendenza Fineco (+1,7%), con lo spread chiuso in salita a 100,8 punti e il rendimento del decennale italiano cresciuto allo 0,70%. In forma i petroliferi, con l’impiantistica di Tenaris in cima al listino principale (+2,9%), ma anche Eni (+0,7%) e Saipem (+0,6%), col greggio in forte salita a sera (wti +2,9%) a 72,5 dollari al barile e il brent a 75,4. Bene Mediobanca (+1,6%), Poste (+0,9%) e Generali (+0,6%), il giorno dopo la riunione dei consiglieri non esecutivi, in maggioranza per un rinnovo del mandato all’attuale ceo, Philippe Donnet, e con Caltagirone che prosegue nell’acquisto di azioni. Tra le auto guadagna Stellantis (+2,2%). Fra i titoli a minore capitalizzazione cede qualcosa Mediaset (-0,7%), dopo un avvio sprint coi conti semestrali. Vola Gas Plus (+22,7%), corre Illimity Bank (+4,2%). Tonfo di Eukedos (-7,6%) e Neodecortech (-5,7%). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.