Borsa: Milano perde con banche e petroliferi, giù Tim

In calo auto e componenti. Male Mediaset

(ANSA) – MILANO, 01 SET – Seduta in calo (-0,2%) per la Borsa di Milano. In perdita Tim (-2%), il giorno dopo avere annunciato gli accordi per lavorare alla rete unica e quello per separare la rete secondaria, che ha spinto Tiscali (+61,2%). Male Mediaset (-1,8%) con il Tribunale di Amsterdam che ha accolto il ricorso di Vivendi (+0,2% a Parigi). Bene Atlantia (+1%) col proseguire delle trattative col governo. Giornata negativa, pur con lo spread sceso a 145,3 punti, per le banche, da Bper (-2,6%) a Unicredit (-1,2%), Banco Bpm (-0,3%) e Intesa (-0,1%), con eccezioni Fineco (+0,8%) e Mps (+0,1%). Lo stesso per i petroliferi, nonostante il greggio in risalita (wti +1,3%) a 43,1 dollari al barile, da Tenaris (-1,9%), a Saipem (-1,7%) e Eni (-0,3%). In perdita Fca (-1,1%), dopo i dati sulle vendite del comparto. In cima al listino principale Banca Mediolanum (+3,1%) e Banca Generali (+3,2%), con Campari (+2,2%) e Nexi (+1,8%). Su Mondadori (+6%) con valutazioni positive di analisti, e Stm (+1,4%) come il settore. Guadagni per Poste (+0,5%) e Mediobanca (+0,4%). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.