Borsa: Milano pesante con banche e petrolio

Pesanti Mediobanca

(ANSA) – MILANO, 13 MAG – Seduta di metà settimana pesante a Piazza Affari (-2,1%), con la quasi totalità del listino principale in rosso. Sofferenti le banche, da Fineco (-4,1%), Unicredit e Ubi (-3,8%), a Bper (-3,3%), Banco Bpm (-2,2%) e Intesa (-1,9%), con lo spread Btp-Bund chiuso a 233 punti. In linea la paytech Nexi (-3,4%). In fondo al Ftse Mib Exor (-7,2%) con lo stop della cessione di PartnerRe. Pesanti Mediobanca (-4,4%), Prysmian (-4%) il giorno dopo i conti, Stm (-3,8%) e Poste (-4%) con la trimestrale. Pesanti i petroliferi, da Tenaris (-4%) a Eni (-2,1%) nella giornata del nuovo Cda e Saipem (-1,9%), con il calo del greggio (wti -0,6% a 25,6 dollari al barile), che non avvantaggia Pirelli (-1,3%) che ha diffuso i conti. Perdite per Fca (-2,8%), come per il resto del comparto nel Vecchio continente. Brillante invece Diasorin (+7,4%) che ha rivisto la guidance del 2020, bene A2a (+2,1%), insieme ad altre utility, da Terna (è1,1%) a Italgas (+0,3%), così come Banca Mediolanum (+1,7%) e Recordati (+1,3%). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.