Borsa: Milano prima in Europa (+0,55%),bene Unipol, giù Hera

Spread chiude a 120 punti

(ANSA) – MILANO, 17 NOV – Piazza Affari ha chiuso in modo non esaltante, in testa alle altre borse europee (Ftse Mib +0,55%), una seduta caratterizzata da scambi vivaci, per 2,4 miliardi di euro di controvalore, ma sotto di 1,2 miliardi rispetto alla vigilia. Stabile lo spread a 120 punti, mentre il greggio ha ridotto il calo (Wti -0,9%) attestandosi a quota 41 dollari al barile. Brillante Unipol (+4,14%) titolo migliore tra le blue chips, in una giornata favorevole per l’intero settore in Europa. In luce anche Mediobanca (+3,19%), seguita da Banco Bpm (+2,58%), Mps (+2,42%) ed Unicredit (+1,63%), in vista di possibili operazioni. Non è andata bene a Hera (-2,05%), Amplifon (-1,83%), Inwit (-1,48%) e Prysmian (-1,36%). In allungo Eni (+1,48%), più cauta Saipem (+0,62%), fiacche Leonardo (-0,31%), Pirelli (-0,19%) ed Exor (-0,25%), a differenza di Ferrari (+1,26%). Contrastate Fca (+0,29%) e Cnh (-0,89%). Scivolone di Avio (-16,64%), dopo il fallimento del lancio del razzo Vega, e di As Roma (-6,77%). Ancora brillante invece Mediaset (+2,3%) insieme al resto del settore in Europa su ipotesi di ripresa dell’economia dopo la diffusione dei vaccini contro il Covid. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.