Borsa: Milano soffre (-3%), pesa spread

Fca e Cnh giù con blocco attività e vendite auto Ue

(ANSA) – MILANO, 18 MAR – Piazza Affari soffre a metà seduta (Ftse Mib -3%), con lo spread assestato a 300 punti. E’ durata poco la protezione assicurata dallo scudo della Consob alle vendite allo scoperto, anche se il listini milanese fa meglio degli altri in Europa. Le vendite si concentrano su Cnh (-11,3%), frenata dal blocco delle fabbriche decise ormai da tutti i Gruppi in Europa, mentre Fca (-9,4%) è di nuovo congelata al ribasso a due giorni dall’annuncio del provvedimento e dopo il calo delle immatricolazioni europee. Pochi i rialzi, limitati a Tim (+4,31%), spinta come i rivali europei dal ricorso delle aziende al telelavoro. Bene Prysmian (+1,3%), che posa cavi telefonici, Pirelli (+3,28%) e Campari (+3,97%). Sotto pressione Nexi (-10%), Mediobanca (-7,7%), Intesa (-6,59%) e Poste (-5,3%). Poco mossa Molmed (-0,75%) dopo il balzo della vigilia con l’opa di Agc, sprint di Zucchi (+32%).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.