Borsa: Milano torna in negativo (-1,4%), tengono banche

Petroliferi in ordine sparso. Giù Tim e Exor

(ANSA) – MILANO, 04 SET – Torna in negativo la Borsa di Milano (-1,4%), in un pomeriggio in cui il Senato vota la fiducia sul dl semplificazioni e arrivano rassicurazioni sulle condizioni di Berlusconi, ricoverato per Covid. Bene le banche, con lo spread in ascesa verso 150, da Banco Bpm (+3,8%) a Unicredit (+1,9%), Bper (+0,4%), Banca Mps (+0,3%) e Fineco (+0,2%), mentre è sul filo Intesa (-0,01%). In ordine sparso i petroliferi, con perdite per Saipem (-2,8%) e Eni (-0,3%), mentre tiene Tenaris (+0,3%), col greggio in calo (wti 2,5%) a 40,3 dollari al barile. Brilla Mediaset (+5%), il giorno dopo l’accoglimento della Corte Ue sul ricorso di Vivendi (-0,1% a Parigi%) contro la legge Gasparri, oltre alla disponibilità del Biscione a un investimento nella rete unica. In rosso Tim (-1%) e si riprende Tiscali (+3,2%), dopo una giornata nera, seguita a uno sprint sulla scia dell’accordo sulla rete secondaria. Male Exor (-4,5%), il giorno dopo la semestrale. Giù Atlantia (-3,3%), mentre si va verso lo scorporo di Aspi. Bene Cnh (+1,3%) e Fca (+0,9%). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.