Borsa:Asia debole guarda Usa.Giù Bangkok con stato emergenza

Indici prezzi consumo e produzione cinesi non aiutano Shanghai

(ANSA) – MILANO, 15 OTT – Sono deboli i listini asiatici con lo svanire delle attese su un accordo negli Usa per un pacchetto di misure di sostegno all’economia prima delle elezioni presidenziali del 3 novembre. L’attenzione è per Wall Street che deve fare i conti con le trimestali delle banche all’indomani di quelli deludenti di Wells Fargo e Bank of America e i conti migliori delle previsioni di Goldman Sachs. Sono così negativi i futures europei e americani Cedono le Borse di Tokyo (-0,51%), Seul (-0,72% a seduta ancora in corso) e Hong Kong (-1,2%) mentre gli indici dei prezzi al consumo e alla produzione cinesi a settembre rispettivamente -2,1% (riseptto a una stima di -1,8%) e +1,7% (+1,9%) non aiutano Shanghai (-0,12%) e Shenzhen (-0,57%). Male poi il listino Bangkok (-0,82%) per lo stato di emergenza proclamato dal governo thailandese contro le proteste che agitano il Paese. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.