Boselli e Trombetta, dialoghi d’arte

Tra poesia e musica
Intensi dialoghi d’arte tra un affermato poeta lariano e un musicista del Conservatorio di Como. Nell’ambito del festival “Liszt2011” che celebra sul lago di Como con un anno di anticipo il bicentenario della nascita del grande compositore, nella “Perla del Lario” Bellagio, il 26 agosto alle 21 nei giardini della locale biblioteca, il maestro Guido Boselli – compositore nonché docente di Violoncello al “Giuseppe Verdi” di via Cadorna a Como – suonerà insieme a pagine classiche come la Suite di Bach in sol maggiore 2 e una marcia di Sergej Prokofiev, la sua pièce teatrale del 2003 Nauta, opera per violoncello, soprano e voce recitante con canti in lingua del lago di Como e latino su testi del poeta di Laglio (ma nato a Torno) Vito Trombetta. Che di recente Franco Loi ha selezionato per la mitica “Collana bianca” di Einaudi in un’antologia di autori italiani che frequentano e nobilitano “per forza di scrittura” la tradizione del vernacolo. Vito Trombetta si è ispirato al grande poeta dialettale di Grado Biagio Marin per un volume recente edito da Lietocolle, la raccolta Pararess Marin (da cui pure Boselli ha tratto inedite sonorità), mentre in Nauta, alterna il latino alle parole del dialetto del lago.

Nella foto:
A sinistra, Guido Boselli. Sopra, Vito Trombetta durante un laboratorio di poesia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.