Bosisio, marcia solidale

“Camminata dell’amicizia”
Domenica 30 marzo, a Bosisio Parini, si svolge la quarantunesima “Camminata dell’amicizia”, organizzata dal Gruppo Amici di don Luigi Monza.
Tanti i podisti che si ritroveranno al via per la tradizionale marcia non competitiva con percorsi di 7 e 12 chilometri aperta a tutti e riconosciuta per i concorsi Fiasp, la Federazione che si occupa dello sport non competitivo.
Molti gli eventi e i divertimenti della giornata: alle 7.45 a Ponte Lambro avrà luogo la partenza della fiaccolata a opera dell’Unione Sportiva San Maurizio di Erba con l’accompagnamento della fanfara dei bersaglieri “Guglielmo Colombo” di Lecco.

Dopo l’arrivo della fiaccola, si partirà dalle ore 9 dal campo sportivo del Centro La Nostra Famiglia di Bosisio, dove si accenderà il tripode, dando il via ufficiale alla corsa. L’assistenza medica verrà garantita dalla Croce Verde di Bosisio Parini.
L’ormai consueta risottata, a cura della Confraternita della pentola di Senago, accoglierà i partecipanti all’arrivo. I podisti potranno inoltre rifocillarsi con salamelle, bibite e panini. L’intero pomeriggio sarà animato dai canti, dai balli e dalle coreografie del gruppo “I fracassoni” e dal “Trio amis de l’osteria”. Presenti anche gruppi folkloristici e corpi musicali: i Firlinfeu di Pusiano, le Majorettes di Biassono e la corale Sacchi di Cesana, che parteciperà alla messa (ore 16.45).
Un testimonial d’eccezione per questa Camminata: il cardinale Dionigi Tettamanzi, arcivescovo emerito di Milano. Sarà poi presente, in veste di damigella d’onore, la giovane Alessia Ripamonti, campionessa italiana nei 400 metri “Promesse” 2014. Continuare a far crescere l’Ospedale Amico rimane l’obiettivo anche per questa edizione: la solidarietà aiuterà a portare a termine la ristrutturazione del quarto padiglione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.