Botte e un colpo di pistola, Far West a Como, in via Bellinzona

La Questura di Como

Prima gli insulti, poi le botte e uno dei due contendenti che prende una pistola. Scena da Far West ieri a Como in via Bellinzona attorno alle 19. Tutto per colpa di una mancata precedenza tra un pedone che stava attraversando sulle strisce e un motociclista.

L’episodio è avvenuto in via Bellinzona, all’altezza del semaforo di via Cardina. Un 58enne sta attraversando sulle strisce. Le auto sono in coda, ma un motociclista 50enne sopraggiunge e si derma a pochi centimetri dal pedone. Tra i due si scatena una lite furibonda, come spiegano dalla Questura di Como, che ha mandato le volanti. Prima gli insulti, poi le botte. Il centauro viene colpito almeno da un pugno e da un calcio, così torna verso il suo mezzo e da sotto la sella estrae una pistola. Viene esploso, secondo i testimoni anche un colpo.

Il pedone riesce a darsi alla fuga. Gli agenti raccolgono alcune informazioni e riescono a individuare il motociclista. Lo trovano in una trattoria di via Bellinzona. Sul luogo della lite viene individuato anche il bossolo del proiettile sparato. Nel vano sotto il sedile della moto dell’uomo c’è un coltello serramanico e la fondina della pistola. Del revolver però nessuna traccia. Vengono trovati proiettili in casa del 50enne già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e in materia di armi. Viene così denunciato per minaccia aggravata dall’uso delle armi, detenzione e porto abusivo di arma da sparo, detenzione di oggetti atti ad offendere e esplosione di colpo di arma da fuoco in luogo pubblico.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.