Botti notturni a Bellinzona, arrestato 19enne ticinese

Per i botti notturni che in più occasioni, nei giorni scorsi, hanno interrotto il sonno degli abitanti di Bellinzona, un 19enne svizzero, residente nella zona, è stato arrestato oggi dagli agenti della polizia cantonale e della polizia di Bellinzona. Le indagini sono scattate dopo le recenti segnalazioni di petardi fatti scoppiare in piena notte in alcuni quartieri della città.  Gli inquirenti elvetici sono risaliti al giovane anche attraverso i resti dei botti rimasti sul terreno. Secondo quanto reso noto dalla polizia cantonale, nella perquisizione della sua abitazione gli agenti hanno trovato altri petardi, pronti per essere usati.  Il 19enne è stato così accusato di disturbo della quiete pubblica, danneggiamento e  infrazione alla Legge federale sulle armi, gli accessori di armi e le munizioni. L’inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Moreno Capella. Sono in corso accertamenti relativi ad altri casi simili avvenuti negli scorsi mesi in altre regioni del Ticino.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.