Braccio di ferro sul Lido di Villa Olmo: il Tar dà ragione al Comune
Cronaca

Braccio di ferro sul Lido di Villa Olmo: il Tar dà ragione al Comune

Il Tar della Lombardia ha respinto questa mattina la richiesta di sospensiva contro il procedimento di decadenza deciso dal Comune di Como contro la società che in un primo momento aveva vinto la gara per la gestione del Lido di Villa Olmo.

Nelle motivazioni del Tar, i giudici riconoscono la legittimità della revoca dando quindi ragione all’ufficio legale di Palazzo Cernezzi che dunque potrà ora assegnare il Lido alla società Villa Olmo Lido snc.

Sarà ora compito del Comune stabilire la scaletta per portare alla riapertura dell’unica piscina del centro città, che era rimasta bloccata dal braccio di ferro legato alla vertenza in corso.

16 luglio 2018

Info Autore

Mauro

Mauro Peverelli mpeverelli@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto