Brasile, a S.Paolo ospedali al collasso

Operatori sanitari

(ANSA) – ROMA, 18 MAG – Il sindaco di San Paolo, Bruno Covas, ha dichiarato che il sistema sanitario nella megalopoli – la più colpita dal Covid-19 in Brasile per numero di contagi e di decessi – è vicino al collasso. Il primo cittadino ha anche sottolineato che dipende dagli altri sindaci della regione metropolitana e dal governatore, Joao Doria, per attuare un lockdown in città, in modo da limitare ulteriormente la circolazione delle persone. "Il tasso di contaminazione in città continua ad aumentare e ha invertito una tendenza al ribasso che si è verificata all’inizio di maggio. Ci stiamo avvicinando ai momenti più difficili", ha affermato Covas, citando l’occupazione del 90% dei letti di terapia intensiva e del 76% dei letti di infermeria. In base agli ultimi dati, nel Paese sudamericano sono saliti a 241.080 i contagi e a 16.118 i morti per coronavirus.In Brasile ci sono già almeno sei Stati che hanno adottato il lockdown, nonostante la posizione contraria più volte espressa dal presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.