Brasile: vicepresidente e ambasciatori visitano l’Amazzonia

Per Hamilton Mourao 'il governo non ha nulla da nascondere'

(ANSA) – BRASILIA 5 NOV – Il vicepresidente brasiliano, Hamilton Mourao, ha iniziato un viaggio in Amazzonia insieme a diplomatici di diversi Paesi, tra cui alcuni europei, i quali hanno espresso preoccupazione per la deforestazione nell’area. "Il grande obiettivo di questo viaggio è dimostrare che il governo brasiliano non ha nulla da nascondere e che siamo aperti al dialogo con la comunità internazionale", ha dichiarato il vicepresidente a Manaus, capitale dello Stato di Amazonas. Il presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro, ieri ha intanto prorogato fino ad aprile la presenza delle forze armate nella regione per combattere i crimini ambientali. L’idea del viaggio in Amazzonia è nata dopo che Mourao – che è anche a capo del Consiglio per l’Amazzonia, l’organismo istituito da Bolsonaro per coordinare le azioni dell’esecutivo sulla foresta tropicale – ha ricevuto una lettera da otto ambasciatori europei preoccupati per la devastazione del bioma. Da parte sua, Mourao parlando a Manaus ha proposto che "le grandi aziende straniere" si stabiliscano in Amazzonia per "investire in progetti di infrastrutture, biodiversità e bioeconomia". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.