Brenna, minaccia i parenti e prova a far saltare la casa con il gas. Arrestato

I carabinieri sono intervenuti a Brenna I carabinieri sono intervenuti a Brenna

Nel pieno dei festeggiamenti in famiglia, a Santo Stefano, un 45enne di Brenna ha dato in escandescenze. Ha inveito contro i parenti brandendo una roncola e poi ha aperto il gas minacciando di far esplodere la palazzina.
L’intervento dei carabinieri e dei vigili del fuoco ha evitato il peggio. L’uomo, che in presenza delle forze dell’ordine ha anche sferrato un pugno al viso della mamma, è stato arrestato.
L’intera famiglia del 45enne si era riunita, come detto, in casa per la tradizionale cena del 26 dicembre.
Attorno alla mezzanotte, l’uomo – attualmente disoccupato e in cura per problemi psichici – ha avuto una crisi improvvisa che è rapidamente degenerata.
Dopo aver afferrato una roncola ha infatti minacciato i parenti che, a quel punto, terrorizzati sono fuggiti fuori casa lasciandolo solo.
Una volta usciti dall’appartamento, i familiari del 45enne hanno chiamato il 112 per chiedere aiuto.
Nel frattempo, rimasto solo in casa, l’uomo ha aperto il gas della cucina e minacciato di far esplodere la palazzina.
Giunti a Brenna, i carabinieri della tenenza di Mariano Comense hanno avvertito il forte odore di gas e, accertata la situazione di grave pericolo, hanno chiesto la collaborazione anche dei vigili del fuoco, in modo da poter evacuare rapidamente l’intero edificio e bloccare l’erogazione del gas, per scongiurare il rischio di esplosioni.
Dopo aver fatto uscire tutti i condòmini e interrotto il flusso del gas, i militari hanno parlato a lungo con l’uomo che si era chiuso in casa.
Alla fine, sono riusciti a convincerlo a gettare la roncola e a lasciarsi aiutare dal personale del 118, già presente a Brenna davanti alla casa dopo l’allarme lanciato dai familiari.
Quando la situazione sembrava ormai sotto controllo, il 45enne è stato accompagnato fuori dagli operatori sanitari per essere trasportato in ospedale. Una volta uscito dalla sua abitazione, però, l’uomo si è divincolato e, in un nuovo scatto d’ira, si è scagliato contro la mamma, una donna di 74 anni, colpendola con un forte pugno al naso.
Il 45enne è stato subito bloccato dai carabinieri, che lo hanno arrestato e trasferito in caserma a Mariano Comense. La madre dell’uomo, ferita al naso, è stata trasportata anch’essa al pronto soccorso dell’ospedale di San Fermo della Battaglia, dove è stata medicata e poi dimessa. Soltanto dopo le 2 di notte, a Brenna è tornata la calma e i residenti nel condominio sono potuti rientrare nelle loro abitazioni.
Anna Campaniello

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.