Briantea 84 – Stop e critiche all’arbitro

Basket paralimpico
Recupero amaro per la Unipol Briantea 84, formazione canturina di basket paralimpico che ha subìto una pesante sconfitta in terra sarda nello scontro diretto con Porto Torres.
Soli 3 punti di svantaggio per il team di Malik Abes, condannato dalla sirena al 58-55 finale, ma che valgono molto in termini di classifica, visto che hanno dato agli isolani la quarta piazza nella classifica del torneo di serie A.
«Non è mai mia abitudine parlare dell’arbitraggio – ha voluto precisare Abes

, allenatore della Briantea a fine match – ma questa volta ritengo che abbiamo subìto troppe ingiustizie».
«Nel finale – aggiunge l’allenatore – abbiamo avuto tutti i fischi contro, i marcatori di Porto Torres stazionavano in area ben oltre i 3 secondi e non sono mai stati fischiati. Questa cosa sicuramente ci ha innervosito: potevamo vincere, ma abbiamo perso concentrazione e lucidità. Porto Torres ha sicuramente meritato la partita e ha giocato bene. Ma è anche un dato di fatto che scendere sul parquet in Sardegna si dimostra sempre molto difficile».

Nella foto:
Thomas Smurr, atleta della Briantea

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.