Brienno: recuperato il corpo del giovane escursionista

E’ morto l’escursionista 30enne vittima di una paurosa caduta ieri nei boschi sopra Brienno, a circa 1200 metri di quota. La vittima risedeva a Como, anche se era di origini pugliesi. Con una ragazza di nazionalità polacca stava compiendo un’escursione: partiti da Argegno e diretti verso Brienno, hanno perso il sentiero e si sono ritrovati in una zona molto impervia, con valli, balzi di roccia e sfasciumi. La dinamica esatta è in corso di valutazione. A un certo punto il giovane ha cercato di scendere nella parte centrale di una valle, mentre la ragazza è rimasta bloccata in un punto sospeso su uno strapiombo di una sessantina di metri. Il ragazzo ha proseguito ma è precipitato. Lei è riuscita a chiedere aiuto. L’allarme è scattato poco dopo le 17.30. La Centrale operativa ha inviato i tecnici della XIX Lariana del Soccorso alpino, Stazione Lario Occidentale, una ventina i soccorritori impegnati. Sul posto anche il medico del Soccorso alpino e l’elicottero abilitato per il volo notturno, decollato da Como, per il sorvolo e per illuminare la zona con un faro. La ragazza è stata raggiunta e imbragata, non era ferita ma è molto provata dall’accaduto. È stata messa in sicurezza e riportata a valle. All’alba di oggi è stato recuperato anche il corpo del ragazzo.

Articoli correlati