Brienno, ricostruzione a buon punto

DUE ANNI DOPO L’ALLUVIONE
(f.bar.) A due anni esatti dall’alluvione che devastò Brienno, la ricostruzione sembra essere a buon punto. Per analizzare lo stato dell’arte, oggi alle 16.30, nella sala consiliare del Comune, si svolgerà un incontro voluto per informare la popolazione sui lavori svolti e su quelli ancora da realizzare. «Oltre a ricordare quell’orribile giornata, la riunione serve proprio per fornire alcune notizie importanti. Innanzitutto, poche

ore fa la Provincia di Como ci ha confermato come, entro breve, verrà bandito l’appalto per l’esecuzione di alcuni lavori già previsti e che inizieranno in autunno. La cifra totale è di 460mila euro (comprendente 360mila euro in arrivo da Villa Saporiti e 100mila ottenuti dall’Ance e dal Bim, Bacini idrici minori) e servirà per rimettere in sesto e realizzare tre ponti andati distrutti nella valle Canova», spiega il sindaco, Patrizia Nava. Fino ad oggi solo una parte degli interventi previsti, ovvero quelli relativi alla messa in sicurezza delle pareti montane della Valle di Somaina e Gatta, è stata portata a termine grazie ai fondi regionali. «Complessivamente sono arrivati 1 milione e 200mila euro in un primo tempo e successivamente altri 500mila grazie a un bando regionale – prosegue Patrizia Nava – Risorse che, ad esempio, sono state impiegate per collocare paramassi in diversi punti sensibili. E proprio uno di questi si è riempito, svolgendo al meglio la sua funzione, durante le ultime piogge di aprile».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.