Brucia i libri dei canti della chiesa: «Non aiutate abbastanza l’Ucraina»

alt Ieri mattina a San Rocco
«La Chiesa non aiuta l’Ucraina». Gridando questa frase una signora originaria dello stato dell’Est ha fatto irruzione all’interno della chiesa di San Rocco in fondo alla Napoleona, ha preso tutti i libri dei canti presenti tra i banchi ed è uscita all’esterno per bruciarli.
Un rogo acceso nei pressi di un albero che ha finito con il richiamare l’attenzione di un uomo che ha allertato i soccorsi.

Sul posto sono così arrivati sia i vigili del fuoco, sia le volanti della Questura che hanno fermato e identificato la donna. Si tratta appunto di una 40enne ucraina che è stata denunciata a piede libero con l’accusa si danneggiamento e vilipendio della religione. Quest’ultimo è un reato che colpisce chiunque pubblicamente e intenzionalmente distrugga oggetti di culto o destinati all’esercizio del culto.

Il fatto è avvenuto ieri mattina alle 9.40. La signora ha preso i libretti dei canti della chiesa, li ha portati all’esterno e ha acceso un falò. 

Il tutto perché a suo dire la Chiesa non aiuterebbe abbastanza l’Ucraina. Sul posto due mezzi dei vigili del fuoco che con sei uomini hanno impedito alle fiamme di coinvolgere anche un albero vicino. Gli agenti delle volanti hanno poi raccolto le deposizioni dei testimoni, fermando la signora e denunciandola a piede libero.
La donna, in evidente stato di alterazione, è poi stata condotto per un controllo all’ospedale Sant’Anna di San Fermo.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Uno dei testimoni di quanto avvenuto indica il punto in cui sono stati bruciati i libri (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.