Brueghel mette in palio un viaggio nelle Fiandre. E la mostra di Villa Olmo totalizza 35mila ingressi

L’esposizione proseguirà fino al 29 luglio
La mostra di Villa Olmo regala un viaggio nelle Fiandre. L’esposizione dedicata alla “Dinastia Brueghel”, in corso fino al prossimo 29 luglio promuove infatti un concorso riservato ai visitatori. Rispondendo alle domande presenti sul sito Internet www.turismofiandre.it, si potrà vincere un weekend nelle città fiamminghe e anche pubblicare il proprio reportage di viaggio.
L’iniziativa in accordo con il Comune di Como che organizza l’esposizione d’arte, la nona del progetto “grandi
mostre” nella storica dimora a lago, è dell’ente Turismo Fiandre di Bruxelles in collaborazione con Brussels Airlines.
In palio c’è un weekend nelle Fiandre e, come detto, la possibilità di diventare giornalisti e critici d’arte in occasione del viaggio, pubblicando il proprio reportage sul patrimonio artistico della regione che ha dato i natali alla dinastia Brueghel. Per partecipare, basterà iscriversi al sito www.turismofiandre.it, entro il 30 luglio, e rispondere alle 3 domande relative all’esposizione comasca. Chi lo farà correttamente, concorrerà all’estrazione dei 2 weekend per due persone, comprensivi di volo andata e ritorno più pernottamenti a Brugge e/o Bruxelles. Per tutte le informazioni: www.turismofiandre.it/temi/cultura.
Intanto la mostra – che ospita 70 dipinti e 30 tra disegni e grafiche per ripercorrere la storia della più importante famiglia di artisti fiamminghi attivi tra il XVI e il XVII secolo – continua a collezionare consensi da parte del pubblico. Siamo già arrivati a 35mila visitatori, 10mila in più (dati relativi alla seconda domenica di maggio) rispetto alla mostra su Giovanni Boldini e la Belle Époque , che andò in scena lo scorso anno a Villa Olmo. La mostra attuale, insomma, procede con lo stesso ritmo di quella del surrealista René Magritte del 2006: di questo passo, la soglia psicologica delle 100mila presenze può dirsi a portata di mano.

Nella foto:
Numerosi visitatori in coda per la mostra sull’arte fiamminga a Villa Olmo nel giorno di Pasquetta (foto Sergio Baricci)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.