Cronaca

Stefano Bruni pronto a tornare in campo

altPolitica e società
«Non ho la puzza sotto il naso. Dove c’è bisogno di costruire ci sono, resto a disposizione»
(da.c.) In punta di piedi, senza clamore, l’ex sindaco di Como, Stefano Bruni, si è riaffacciato sulla scena politica cittadina.
Lo ha fatto partecipando alla prima assemblea dei circoli del Nuovo Centro Destra (Ncd), partito nel quale sono approdati praticamente tutti gli esponenti dell’ala ciellina del vecchio Pdl.
«La mia – dice Bruni – è una scelta legata al campo del centrodestra e ai valori moderati rappresentati dal Partito Popolare Europeo». Adesione culturale, quindi, ma anche politica.

Perché, dice ancora Bruni, il Ncd «rappresenta un modo partecipato e non leaderistico di fare politica. Silvio Berlusconi è sempre il numero uno ma Forza Italia segna il passo quantomeno nelle modalità dell’agire politico».
Che cosa si aspetta dal voto delle Europee?
«Il Ncd è ancora nella culla ma credo che abbia le possibilità di sopravvivere e di crescere. Dalle elezioni del 25 maggio mi aspetto un risultato vicino al 6%, giustificato anche dall’alleanza con l’Udc. Sarà importante verificare pure le differenze territoriali, che non saranno da poco. Dal Nord Ovest mi aspetto un contributo di voti molto significativo».
Qual è il suo ruolo oggi nel Ncd lombardo?
«Non ho accettato per il momento di partecipare a organismi ufficiali. Dopo la fine del mandato di sindaco mi ero dato 3 anni di “disintossicazione” e ne sono trascorsi soltanto 2. Do una mano dal punto di vista dei contenuti e dei rapporti che avevo costruito a Palazzo Cernezzi, contribuisco all’insediamento sociale del partito in modo molto sereno e tranquillo».
Ma tornerebbe a fare il sindaco, se glielo chiedessero, o la considera una stagione chiusa?
«Non mi piace porre limiti ma sinceramente non lo so. Tendenzialmente, io guarderei oltre, ma non ho la puzza sotto il naso. Dove c’è bisogno di costruire ci sono, resto a disposizione. Più in generale, credo comunque che i ruoli non debbano essere un ostacolo».
Che cosa intende dire?
«È passata una stagione politica e se ne sta aprendo una nuova, C’è un cambio di stagione ma anche di volti. Ci sono persone nuove, giovani, che devono crescere. Non dobbiamo ripetere l’errore che fa Forza Italia, dove tutto si concentra attorno a Berlusconi, un elemento di debolezza a livello locale nella ricerca del consenso. Io credo che a chi dimostra di avere passione politica, nel centrodestra debbano essere offerti spazi di azione».
A livello nazionale il Ncd è al governo con il Pd e con Matteo Renzi.
«È vero, ma l’alleanza con il Pd è una necessità dettata dalle condizioni in cui versa il Paese. Siamo in difficoltà e quindi si devono superare gli steccati ideologici. Detto ciò, credo che alle prossime politiche saremo nuovamente avversari».
Che cosa pensa dei problemi in cui si dibatte la giunta Lucini?
«Mi astengo da ogni commento, me lo sono dato come regola».
Lei a Como era al governo con la Lega, partito che oggi è sempre più antieuropeo.
«La valutazione sulla Lega non va fatta in campagna elettorale. Stanno tentando di recuperare il malcontento e in parte ci riescono. Con la Lega non innalzerei steccati perché dopo dialogheremo di nuovo, anche se un buon risultato alle Europee rischierebbe forse di tenerli su posizioni di distinguo».
Senta, che cos’è oggi la politica per lei?
«Una passione».
Le manca il lavoro in municipio?
«Non ho nostalgia del ruolo di sindaco, mi dispiace invece di aver allentato i rapporti quotidiani con persone che avevo imparato ad apprezzare».
Di Grillo che cosa pensa?
«Lo giudico un pericolo. Di fronte a qualsiasi tema punta alla pancia della gente. Mi ricorda i tempi bui degli anni ’30».

Nella foto:
Stefano Bruni, ex sindaco di Como, ha aderito al Ncd
9 Mag 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto