Brunner, il “leone” svizzero vuole scardinare il Kaunas

Basket maschile – Morale alto dopo la vittoria con Cremona
Il nuovo acquisto di Cantù è già nel cuore dei tifosi ed è pronto per l’Eurolega
Il leone svizzero ha già conquistato tutta Cantù. Greg Brunner l’americano dell’Iowa, con passaporto rossocrociato di San Gallo, ha impiegato solo due partite per far innamorare di sé il pubblico della Bennet: se contro la Virtus Bologna aveva bagnato il suo debutto in biancoblù con una prova di grande generosità, domenica nel derby vinto contro Cremona per 87-73 ha voluto non solo ripetersi ma fare anche meglio. Brunner infatti è risultato il migliore in campo condendo la sua solita prova
tutta grinta e muscoli con 17 punti, 8 rimbalzi e ben 3 stoppate, il suo marchio di fabbrica.
«Voglio prima di tutto ringraziare i nostri tifosi – spiega Brunner – perché domenica mi hanno dato veramente tanta energia per giocare, la stessa che poi ho cercato di ributtare sul campo. Sono proprio contento perché era importante vincere e anche per la mia prova: se ho giocato bene ripeto è merito del pubblico e della squadra. Qui alla Bennet c’è un sistema incredibile in cui tutti sanno cosa fare e il pallone gira ad altissima velocità».
Insomma un vero orologio quello canturino che ha ripreso a funzionare con grande precisione: quindi chi meglio di uno svizzero poteva inserirsi con tanta facilità in meno di due settimane? «Del resto mi hanno preso per questo, per portare energia a servizio della squadra – aggiunge – è quello che mi ha chiesto anche il coach prima di entrare in campo. Io cerco di fare il massimo, tutto qui».
Il primo ad essere stato conquistato dalla carica agonistica del gladiatore svizzero è il presidente Anna Cremascoli: «Domenica – spiega – mi sono proprio goduta la nostra squadra e ovviamente l’ottima partita giocata da Brunner. Sono veramente colpita dalla mentalità vincente del nostro nuovo arrivato: contro Cremona Greg non solo ha giocato una prova di altissimo livello, ma da vero combattente si è buttato su tutti i palloni. Abbiamo visto giusto».
Che sia stato amore a prima vista tra Cantù e Brunner è chiaro, ora però il centro elvetico non vede l’ora di assaporare il gusto del primo successo da biancoblù anche in Eurolega. Dopo il debutto emozionante a Barcellona, l’occasione ghiotta si presenterà già domani al PalaDesio quando la Bennet (ore 20.45) sfiderà nel 2° turno di Top 16 i lituani del Kaunas Zalgiris: «Ripeto che per me giocare l’Eurolega e in una grande squadra, ambiziosa come la Bennet è un sogno che si avvera – dice Brunner – Per quanto riguarda la partita contro lo Zalgiris sono convinto che se giocheremo come abbiamo fatto giovedì scorso a Barcellona allora potremo fare molto bene anche domani».
Quella con il Kaunas è stata definita da coach Andrea Trinchieri «la sfida che può dare un senso alla nostra Top 16». Ne è convinto anche capitan Nicolas Mazzarino che ha visto il derby con la Vanoli come utile tappa d’avvicinamento alla gara di domani: «Quella di domenica è stata una buona partita e ha confermato che stiamo attraversando un buon momento – dice l’uruguagio – Un match che ha permesso al coach di ruotare un po’ tutti i giocatori. Ma quella di domani sarà un’altra storia con avversario di un altro livello».
Per la gara di Eurolega rimangono in vendita i biglietti di gradinata secondo anello acquistabili, oggi e domani, solo presso il palasport Moro di Desio, in via San Pietro 1, dalle 16 alle 19. Ci saranno ancora i bus-navetta gratuiti che partiranno da Cucciago. Iscrizioni entro stasera all’e-mail marketing@pallacanestrocantu.com.

Andrea Piccinelli

Nella foto:
Greg Brunner, grintoso nuovo acquisto della Bennet Cantù

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.