Bucano il muro di un capannone e svaligiano due negozi

Nuovi furti nella Bassa Comasca

(l.o.) La “banda del buco” è entrata in azione a Vertemate con Minoprio, dove è stato messo a segno un furto a dir poco singolare all’interno della zona industriale che si affaccia sull’ex statale dei Giovi. Singolare il modus operandi dei ladri, che come delle “talpe” hanno inizialmente creato un foro nel muro del capannone di un’azienda. Da qui si sono introdotti nel negozio attiguo che vende cibo, accessori e tutto ciò che serve agli animali. Una volta all’interno del negozio hanno

però soltanto rotto il cassettino della macchina del caffè dal quale hanno rubato le monete.
Hanno poi bucato il muro del negozio di animali per raggiungere l’esercizio adiacente, che vende biancheria per la casa. Anche da qui hanno rubato soltanto i contanti che sono riusciti a trovare nel fondo cassa.
I proprietari dell’azienda e dei negozi si sono trovati alleggeriti di qualche euro, ma con un danno considerevole alla struttura.
Più “tradizionale” invece il furto messo a segno a Bregnano. Il ladro o i ladri sono entrati in azione all’interno di un’abitazione del centro storico, nel quartiere di San Giorgio. Dall’appartamento sono scomparsi le fedi e gioielli d’oro, ma pure i regali del battesimo e della comunione dei figli della coppia residente. I ladri sono entrati in azione con il buio, probabilmente tra le 17.30 e le 18.
«Mi hanno lasciato solo le mensole dell’armadio. Mi hanno buttato tutto per terra e mi hanno messo tutto a soqquadro – racconta la donna derubata con tanta rabbia e rassegnazione – Mi hanno rubato la fede mia e di mio marito, le catenine e i braccialetti d’oro che avevano regalato ai miei figli in occasione del battesimo e della comunione. Hanno portato via anche dei soldi».
I ladri hanno probabilmente atteso che i proprietari uscissero di casa e hanno forzato una finestra che si affaccia sul giardino. «Un foro che quasi non si vede – spiega ancora – Dentro invece hanno fatto il disastro».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.