Bufera su Trudeau, contratto a ong che pagò famigliari

587 mln euro a 'We Charity'. Opposizione chiede inchiesta penale

(ANSA) – WASHINGTON, 10 LUG – Nuovo bufera su Justin Trudeau, la terza dal 2017, questa volta per aver assegnato un contratto governativo da 587 milioni di euro all’associazione benefica "We Charity", che ha remunerato la partecipazione della madre, del fratello e anche della moglie ad alcuni suoi eventi. Dopo le rivelazioni sui pagamenti ai suoi famigliari, l’opposizione conservatrice reclama un’inchiesta su eventuali frodi mentre il Bloc québécois ha chiesto a Trudeau di ritirarsi e di farsi rimpiazzare dal vicepremier durante gli accertamenti.(ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.