“Burocrazia zero”, sì del Consiglio

REGIONE LOMBARDIA
«Il Consiglio regionale ha dato un segnale di grande attenzione verso le zone di confine votando all’unanimità la mozione sulla “burocrazia zero”, di cui ero primo firmatario e sottoscritta da 10 consiglieri di maggioranza e opposizione. Ora però serve uno scatto da parte di Regione Lombardia per dare una risposta concreta a crisi e pendolarismo imprenditoriale lungo la fascia di confine», così ha commentato ieri il consigliere regionale Francesco Dotti (Fratelli d’Italia), primo firmatario della mozione sul riconoscimento di Regione Lombardia tra le zone “a burocrazia zero”, votata all’unanimità oggi dal Consiglio Regionale. «È importante anzitutto porre in essere iniziative per favorire start up imprenditoriali. Ce lo chiedono le imprese. Ce lo chiedono i tanti giovani che oggi guardano con diffidenza al mercato del lavoro. Credo che oggi il Consiglio regionale abbia dato un primo, importante segnale».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.