Ca’ d’Industria: in due chiedono l’immediato

MARTEDÌ L’UDIENZA PRELIMINARE
(m.pv.) Martedì andrà in scena l’udienza preliminare della vicenda che ha riguardato la gara di appalto per il servizio mensa di Ca’ d’Industria, vinta dalla ditta milanese Fms. Il pm Mariano Fadda contesta all’ex presidente Domenico Pellegrino, a due componenti della commissione aggiudicatrice della gara stessa e al rappresentante di Fms, l’accusa di peculato e turbativa d’asta. Nel mirino dell’accusa oltre 800 mila euro della fondazione poi finiti alla Fms per un semplice «favoritismo».

Due indagati in servizio nel 2010, quando il servizio fu affidato a Fms (il segretario generale di Ca’ d’Industria e il direttore amministrativo) hanno invece scelto il rito immediato, chiedendo di essere giudicati in dibattimento senza passare dall’udienza preliminare. Una mossa inattesa da parte della difesa (avvocati Ivan Colciago e Francesca Binaghi) che lascia intendere la convinzione ferma del riuscire a dimostrare il prima possibile la propria innocenza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.