Ca’ d’Industria, nuovo colpo di scena

L’inchiesta – Secondo la Procura, che ne chiede la sospensione dal servizio, avrebbe falsificato due verbali
Accuse di concussione, calunnia e falso a un brigadiere della finanza
Nuovo colpo di scena nell’inchiesta sulla gara d’appalto per l’esternalizzazione del servizio mensa della Ca’ d’Industria. Michele Miccoli, brigadiere della guardia di finanza, fino a poco tempo fa in servizio nel gruppo di polizia giudiziaria della Procura di Como e trasferito di recente, è accusato di concussione, calunnia e falso. Secondo la Procura, che ne ha chiesto la sospensione dal servizio, il brigadiere avrebbe falsificato due verbali con l’obiettivo di far accusare il dipendente Davide Scarano di istigazione per delinquere e diffamazione nei confronti dei vertici della Ca’ d’Industria.
Leggi l’articolo di Campaniello in CRONACA

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.