Caccia allo scudetto 2021. La carica della Briantea84

Geninazzi

Conto alla rovescia per il campionato italiano di basket in carrozzina e per la UnipolSai Briantea84. La formazione canturina è tradizionalmente tra le favorite per la conquista dello scudetto e anche in questa stagione non lascerà nulla di intentato per raggiungere l’obiettivo.
Era il 22 febbraio quando la squadra canturina ha giocato l’ultimo match prima dello stop per l’emergenza sanitaria.
L’unico trofeo assegnato lo scorso anno, la Coppa Italia, è stato vinto proprio dai brianzoli poche settimane fa nella final four di Grottaglie, in Puglia.
Sabato alle 19 l’esordio in trasferta a Reggio Calabria. Prima della partenza tutto il gruppo si sottoporrà, come da prescrizione, ai tamponi per accertare una eventuale presenza di Covid-19. «La voglia di tornare in campo è tantissima – dice Jacopo Geninazzi, 33enne giocatore della Briantea – Tolta la parentesi della Coppa Italia 2020 in cui abbiamo avuto la fortuna di poter ricominciare con la gioia di conquistare il trofeo, alla fine sono passati undici mesi dall’ultimo match di campionato disputato».
«Ci stiamo allenando intensamente – aggiunge – Nei primi giorni del 2021, dopo la pausa natalizia, ci siamo concentrati sulla ripresa della forma fisica, poi abbiamo continuato a lavorare per trovare i soliti automatismi, tecnici e tattici».
Per Geninazzi, che è anche atleta della Nazionale, sarà la quattordicesima stagione con la compagine brianzola. «L’emozione è quella della prima volta, perché manchiamo sul campo da tanto tempo – afferma – Gli obiettivi si tengono alti perché ogni partita è un ricominciare da zero, ogni match è diverso. La settimana di allenamento in preparazione a un impegno è differente da quella precedente, gli avversari non sono tutti uguali. Dobbiamo affrontare al massimo tutte le sfide, consapevoli delle nostre potenzialità per avere ogni volta stimoli nuovi per continuare a lavorare e dare sempre il meglio».
Il cestista ha infine un messaggio per i sostenitori della squadra impossibilitati, per le note limitazioni di questo periodo, a seguire sugli spalti la squadra, che anche in questa stagione disputerà le gare interne a Meda. «I tifosi non hanno mai smesso di farci sentire la loro vicinanza, per questo ne siamo fieri e li portiamo sempre con noi, anche se non fisicamente – conclude Jacopo Geninazzi – Non vediamo l’ora di poterci riabbracciare al palazzetto e poter stare tutti assieme sul parquet dopo ogni partita, come accadeva da tradizione. Intanto invito tutti a seguirci sui nostri canali di comunicazione, di supportarci a distanza guardando le partite in streaming, fin da sabato sera, quando debutteremo nel campionato di serie A».
M.Mos.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.