Caglio celebra l’architetto Sant’Elia e i futuristi milanesi

altUna mostra sull’architetto lariano Antonio Sant’Elia e il Futurismo arriva da oggi nella sala civica di Caglio, a cura di Comune e Pro Loco, e rimarrà aperta fino al 1° settembre, a cura di Nicoletta Colombo e Annamaria Bianconi. La mostra prende spunto dalla vasta rassegna dedicata, tra marzo e luglio, dal Comune di Como all’opera dell’architetto comasco Antonio Sant’Elia.

Come ideale raccordo all’evento lariano, la programmazione artistica del Comune di Caglio si propone, per il 2013, la contestualizzazione della poetica di Sant’Elia nel clima artistico milanese tra il 1911 e il 1915. La mostra si intitola “Antonio Sant’Elia e i compagni del tempo futurista” e ospita una decina di preziosi e rari progetti di Sant’Elia recuperati in collezioni private, saggi storicizzati dalla critica specialistica. Più matite, chine e acquerelli di alcuni esponenti di “Nuove Tendenze”, sodalizio progressista che comprendeva lo stesso architetto e che ebbe vita breve, dall’agosto del 1913 al giugno del 1914. Orari: tutti i giorni 10.30-12.30 e 16.30-19.30. Ingresso libero. Nelle foto, due lavori di Sant’Elia esposti a Caglio: a destra, La Città nuova, casa a gradinata su due piani stradali, 1914; a sinistra, Studio per edificio, 1913.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.