Calcinacci dal ponte in centro a Cantù. Strada chiusa fino al termine dei lavori

ponte sovrastante via risorgimento a Cantù ammalorato

Calcinacci che si staccano dal ponte nel pieno centro di Cantù. Il materiale a terra è stato subito notato in via Risorgimento. Il ponte si trova nei pressi della chiesa di San Michele e permette l’intersezione di due tra le principali strade del centro della Città del Mobile, con corso Unità d’Italia che sovrasta via Risorgimento.
Ieri mattina, il sopralluogo della polizia locale di Cantù con la protezione civile cittadina e il personale dell’ufficio tecnico. L’ingegnere Angelo Cairoli, strutturista specializzato chiamato a supporto dall’ufficio tecnico, non ha avuto dubbi sulla necessità di intervenire subito. Una «messa in sicurezza immediata» pur temporanea, con l’applicazione di una rete protettiva che possa fermare altri eventuali distacchi di materiale dal ponte di calcestruzzo. Al verbale di «somma urgenza» ha fatto così seguito l’ordinanza di chiusura di via Risorgimento, da piazza Volontari della Libertà a via Grassi, dalle 9 di questa mattina fino al termine dei lavori. Il traffico di via Risorgimento viene deviato su via Damiani. Al momento non sono previsti invece provvedimenti restrittivi su corso Unità d’Italia. Sopra il ponte, insomma, potrà circolare qualsiasi tipo di mezzo, bus e camion compresi, anche durante il cantiere di messa in sicurezza.
Il Comune ha predisposto la necessaria segnaletica per indicare la nuova viabilità. Mai come in questi mesi – dopo i drammatici fatti di Annone Brianza e di Genova, i problemi a Como sul viadotto dei Lavatoi, il recente consolidamento del ponte sulla ferrovia a Cantù Asnago – è alta l’attenzione sul fronte della sicurezza per ponti e cavalcavia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.