Sport

Calcio, Como-Pro Patria 0-0. Gli altri risultati del girone A e le interviste del dopo partita

1propatriaAllo stadio Sinigaglia Como e Pro Patria hanno pareggiato 0-0. Un brutto derby sempre senza troppi spunti, quello tra lariani e bustocchi, una gara che sia nel primo tempo, sia nel secondo non ha offerto azioni degne di nota. Azzurri usciti fra i fischi del pubblico, visibilmente scontento. Mister Giovanni Colella ha schierato come undici titolare – con il nuovo modulo a tre punte – Melgrati, Ambrosini, Fautario, Ardito, Giosa, Marchi, Schenetti, Fietta, Perna, Lenoci e Gammone.

La prima sostituzione del Como al 13′ del secondo tempo: fuori Perna, dentro Defendi. Poi Colella ha inserito il talento uruguaiano Gallegos al posto di Lenoci e Scialpi per Fietta, ma senza risultati tangibili.

Gli altri risultati della nona giornata nel girone A di Prima Divisione. Carrarese-Savona 1-4, Cremonese-Pro Vercelli 0-1, Pavia-Lumezzane 2-2, San Marino-AlbineLeffe 1-0, Unione Venezia-Reggiana 2-1, Vicenza-Alto Adige 3-1, Virtus Entella-Feralpi Salò 2-2 

La classifica: Pro Vercelli e Virtus Entella 21, Savona e Unione Venezia 16, Cremonese 15, AlbinoLeffe 13, Lumezzane 12, Como, Vicenza e Feralpi Salò 11, Reggiana e San Marino 10, Alto Adige 9, Pro Patria 7, Pavia 6, Carrarese 5

“Abbiamo cambiato modulo e mi aspettavo una prestazione come questa, con meccanismi da sistemare e oliare – ha detto al termine l’allenatore Giovanni Colella – Sicuramente segnamo poco e non è un caso. E un rimedio va trovato. Non abbiamo avuto una grande propensione offensiva, ma allo stesso tempo continuo a sostenere che il nostro parco attaccanti sia all’altezza”. “Non sono contento – ha aggiunto il tecnico – ma guardo a quello che di buono abbiamo fatto e a quello che non è andato: e su questo fronte dovremo lavorare”. 7propatria

“Un risultato che non ci soddisfa – ha spiegato il terzino del Como Simone Fautario – ma la Pro Patria, tra le squadre che abbiamo incontrato finora, è quella che ci ha messo più in difficoltà per organizzazione e pressione”. “Noi abbiamo cambiato modulo – ha detto ancora l’azzurro –  e soprattutto all’inizio siamo stati in difficoltà, quando dovevamo prendere le misure. Certo è che davanti siamo sterili e non possiamo nasconderci dietro un dito. Ci portiamo avanti e quando siamo nei presi dell’area avversaria prendiamo sempre la decisione sbagliata. Ma non è un discorso di attaccanti: noi tutti dobbiamo trovare soluzioni”. Sui fischi il terzino ha spiegato: “Il tifoso è libero di fischiare. E’ normale che vogliano di più e noi faremo di tutto per tirarli dalle nostra parte. Noi dobbiamo comunque guardare in faccia alla realtà senza farsi prendere dalla frenesia”.

“Con una punta in più magari ci siamo sbilanciati in avanti – ha spiegato il portiere Riccardo Melgrati – ma io mi sono sempore sentito sicuro. Direi che la fase difensiva non ne ha risentito più di tanto, tutto sommato la prestazione della retroguardia è stata discreta e non ci sono stati problemi particolari”. 

Dopo una domenica di riposo i lariani sono attesi da un altro derby lombardo: sabato 16 novembre gli azzurri scendono infatti in campo a Bergamo contro l’AlbinoLeffe nel turno che la Lega Pro ha deciso di anticipare di un giorno. “La sosta? Utile per riflettere su alcune cose e valutarne altre” il commento dell’allenatore Giovanni Colella. 

3 Novembre 2013

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto