Caldo africano, è emergenza sanitaria: sovraffollamento al pronto soccorso del Sant’Anna

caldoAncora una giornata da bollino nero per il caldo africano. Una situazione destinata a non migliorare nelle prossime ore, tanto che Arpa Lombardia prevede un disagio forte da calore almeno fino a dopodomani, e all’ospedale Sant’Anna si parla ormai di “emergenza sanitaria”. Record di accessi al pronto soccorso in queste settimane (considerando solo gli adulti): in 7 giorni su 12 si è superata la soglia critica di 150 pazienti. Basta pensare che oggi, alle 16, il pronto soccorso era già a quota 105 accessi, con una previsione di 164 in tutta la giornata. Nella maggior parte dei casi, si tratta di anziani alle prese con diverse patologie croniche che si riacutizzano a causa del caldo. “Nelle situazioni di emergenza le persone più a rischio sono quelle più fragili – spiega Andrea Bellone, primario del pronto soccorso del Sant’Anna – spesso sono soli, in condizioni socioeconomiche disagiate. Arrivano disidratati, con febbre, mal di testa, spossatezza”. Importante, secondo il primario, seguire i consigli di base (bere acqua, mangiare frutta ed evitare di uscire nelle ore più calde). “Al tempo stesso – conclude Bellone – è importante rivolgersi al medico di famiglia prima di pensare al pronto soccorso, anche per evitare le lunghe attese in questi giorni di sovraffollamento”.

Tratto da Espansione TV

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.