Calendario su aperture e restrizioni in Lombardia: attenzione alla bufala che circola in Rete

Fake news

“Regione Lombardia comunica che sporgerà denuncia contro ignoti alla Polizia postale per far chiarezza in merito al falso documento relativo a fantomatiche decisioni che Regione avrebbe assunto in tema di aperture e restrizioni relative alla diffusione del Coronavirus”. Lo comunica in una nota Regione Lombardia definendo l’azione “vergognosa e gravissima”.

La bufala – che da alcune ore circola con insistenza sui social – riporta, su carta intestata di Regione Lombardia, un “cronoprogramma” delle riaperture delle attività. “Una vera fake news – ha commentato l’assessore regionale al Bilancio, Davide Caparini – che smentisco categoricamente. Uno scherzo “ben fatto” visto che prevede un cronoprogramma con il 31 giugno”.

La irrealistica “bozza di accordo quadro Governo-Regioni” indica passo passo tutte le riaperture da maggio 2020 fino a giugno 2021. Un documento, come ribadito dalla Regione, infondato e senza alcun costrutto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.