Cambi, l’euro rimane attorno a 1,08. La Banca Nazionale Svizzera: «Evitare il rafforzamento del franco»

L'andamento del cambio euro-franco svizzero nell'ultima settimana

Calma piatta sul fronte dei cambi nell’ultima settimana. Euro e franco svizzero mantengono le rispettive posizioni e gli analisti parlano di «performance appiattita» e di «un andamento meno intenso della linea ribassista che potrebbe favorire uno sviluppo positivo della curva verso l’area di resistenza individuata a quota 1,08».

In effetti, giovedì scorso l’euro ha nuovamente superato proprio quota 1,08 per poi chiudere nel fine settimana pochissimo sotto a 1,07996. Nello stesso giorno, il presidente della Banca Nazionale Svizzera (Bns), Thomas Jordan, ha confermato la stretta monetaria degli ultimi mesi.

«Il tasso guida rimane negativo (-0,75%, ndr) così come gli interessi sui conti giro (sempre -0,75%). La Svizzera si trova nella sua peggiore recessione dagli anni ’70 – ha detto Jordan presentando la trimestrale della situazione economica e monetaria – l’inflazione è assente e bisogna evitare un rafforzamento eccessivo del franco».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.