Cambiano le aliquote Irpef per i primi scaglioni

COMO
Per il ministero dell’Economia e delle Finanze non è possibile prevedere una medesima aliquota di addizionale Irpef per due differenti scaglioni di reddito. Per questo motivo la giunta ha deliberato ieri mattina di proporre al consiglio comunale un annullamento parziale e una nuova approvazione della delibera relativa all’addizionale comunale all’Irpef limitatamente ai primi due scaglioni di reddito. Nel determinare le aliquote, il Comune di Como aveva applicato la stessa percentuale (pari allo 0,20%) ai due primi scaglioni di reddito, quello compreso tra 0 e 15mila euro e quello tra 15mila euro e 28mila euro. Da qui la necessità di variare le aliquote e di prevedere per il primo scaglione (0-15mila euro) un’aliquota dello 0,18% e per il secondo scaglione di reddito (15mila euro-28mila euro) un’aliquota dello 0,21%. «Questa variazione – spiega l’assessore al Bilancio Giulia Pusterla – non comporterà riflessi sulla previsione di bilancio. Per quanto riguarda i pagamenti, le modifiche apportate non comporteranno alcun disagio per i contribuenti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.