Cronaca

Camera di Commercio, sfida Taborelli-Galimberti

Sono i due candidati alla presidenza dell’ente
(m.d.) Gli industriali hanno scelto l’imprenditore tessile Ambrogio Taborelli per guidare la Camera di Commercio di Como, ma per essere eletto ai vertici dell’ente di via Parini i soli voti del raggruppamento che riunisce Unindustria, Confesercenti, Cna (Confederazione nazionale dell’artigianato), Compagnia delle Opere e Confcooperative non sono sufficienti a garantirne la nomina.
I seggi in consiglio camerale sono infatti 28: metà sono assegnati appunto alla coalizione che sostiene Taborelli, altri 9 all’asse Confcommercio-Confartigianato, mentre i 5 posti rimanenti sono appannaggio di Cisl, Abi (credito e assicurazioni), Federconsumatori, Coldiretti e degli ordini professionali. Sulla carta, dunque, per il momento Taborelli può contare su 14 voti. Per essere eletto, l’ex numero uno degli industriali deve così trovare il sostegno di qualche altro componente del consiglio camerale.
Senza dimenticare che la sua designazione ai vertici della Camera di Commercio ha innervosito Mauro Frangi, presidente di Confcooperative Como, associazione in teoria schierata con Unindustria. «Ho preso atto della disponibilità di Ambrogio Taborelli a candidarsi alla presidenza della Camera di Commercio e ho espresso le mie valutazioni e le mie considerazioni con chiarezza e franchezza», scrive in una nota lo stesso Frangi riferendosi all’incontro di martedì in cui è stato formulato il nome di Taborelli.
«Per doverosa riservatezza non intendo renderle pubbliche – aggiunge il presidente di Confcooperative, fino a poco tempo fa considerato in corsa per la poltrona di comando della Camera di Commercio – Ho comunicato la mia personale indisponibilità a essere designato quale componente della prossima giunta camerale. Non sono alla ricerca di una sedia su cui sedere a prescindere». Se non è una dichiarazione di guerra, poco ci manca.
Taborelli, che ieri non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione in merito alla sua candidatura ai vertici dell’ente di via Parini, ha dunque la necessità di trovare altri voti. Per questo motivo ieri i rappresentanti della coalizione che sostiene l’ex presidente degli Industriali hanno incontrato i vertici di Confcommercio e Confartigianato. Dall’incontro però è emersa la contrapposizione tra due candidati: da una parte Taborelli, dall’altra Marco Galimberti, presidente di Confartigianato, sostenuto anche da Confcommercio. Toccherà dunque al nuovo consiglio camerale decidere chi guiderà l’ente.
Si va intanto delineando la composizione del consiglio, organismo che dovrà poi provvedere all’elezione del presidente e della giunta. Entro venerdì i nomi di tutti i candidati che ricopriranno i seggi del parlamentino di via Parini devono essere inviati alla Regione.
Secondo quanto emerso finora, gli industriali, oltre a Taborelli dovrebbero portare nel consiglio camerale Annarita Polacchini, numero uno di Asf Autolinee, la società di trasporto pubblico attiva in riva al Lario. Tra i papabili anche Gloria Bianchi, attuale vicepresidente di Ance, l’associazione dei costruttori edili. Per conto della Cna, dovrebbero sedere nel consiglio il presidente Enrico Benati, Elena Razzano, imprenditrice erbese attiva nel settore delle pulizie, e Luca Riva, titolare di una società di autotrasporti con sede a Inverigo.
Tra i nomi scelti dalla Compagnia delle Opere figurano invece il presidente Marco Mazzone e Giovanni Pontiggia, numero uno della Banca di credito cooperativo dell’Alta Brianza. Nel consiglio saranno poi presenti Mauro Frangi per Confcooperative, Sergio Ferrario per Confesercenti e Gloria Paolini per la Cisl.

Nella foto:
L’ingresso della Camera di Commercio, in via Parini a Como (Mv)
9 Ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto