Cultura e spettacoli, Territorio

Camere con vista sull’antichità in biblioteca

Grand tour visivo e testuale emozionante, fra archi di trionfo, antiche porte, mura diroccate, resti di antichi fasti (vedi le mura antiche di Como e il castello Baradello). Frammenti del passato come scenografie della memoria, carte d’identità, mappe di percorsi immaginari e immaginifici. La nuova mostra della biblioteca di Como, in piazzetta Venosto Lucati, si intitola “Vedute di Antichità. Città e monumenti antichi nelle stampe e nei libri illustrati dei secoli XV-XIX” ed è a cura di Chiara Milani, direttrice scientifica della struttura, con un testo di Barbara Cermesoni, Conservatrice del Civico Museo di Erba.
La mostra visitabile con ingresso gratuito fino al 31 gennaio negli orari della biblioteca, prosegue il ciclo di rassegne bibliografiche a cura di Chiara Milani che valorizza il ricco patrimonio storico della collezione lariana. Un viaggio nel tempo che permette di conoscere come la presenza dell’antico abbia condizionato e guidato, come deposito della memoria in forma di rudere, vestigia, presenza monumentale, la progettazione del presente e del futuro degli spazi urbani. Una mostra che dovrebbe insegnare molto anche a chi progetta la Como di oggi e di domani. E che come detto deve farci inorgoglire del nostro patrimonio librario comasco. Album e libri esposti, preziosa testimonianza icnografica del passato, danno conto sia della varietà di queste rappresentazioni urbane, sia delle scelte culturali degli editori. «I grandi album di tavole incise – spiegano le curatrici – erano economicamente impegnativi per gli editori e spesso venivano finanziati da mecenati membri delle classi più colte e facoltose, a volte clienti degli artisti-autori, ed erano destinati a un pubblico con buone possibilità economiche. I libri di medio e piccolo formato appartengono invece a diverse categorie e presentano soggetti differenti: non sono propriamente raccolte di incisioni artistiche, ma opere di storia e geografia, corredate da illustrazioni che non hanno pretese artistiche ma che riescono a restituire efficacemente una fotografia del passato».

La struttura
Il patrimonio documentario della Biblioteca civica di Como di piazzetta Venosto Lucati, che ha oltre 350 anni di storia, è di circa 400.000 volumi. Le opere acquisite prima del 1997 sono circa il 70% del totale

8 gennaio 2018

Info Autore

Lorenzo

Lorenzo Morandotti lmorandotti@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto