Cronaca

Camerlata, il reportage prima della rivoluzione

1a-camerlataguarda il video

La vita scorre caoticamente tranquilla a Camerlata. Lungo via Varesina, via Badone e poi giù fino in piazza, la sensazione che si avverte è identica a quella di tutti gli altri giorni. Caos, auto in colonna e residenti indaffarati nelle loro attività quotidiane costituiscono il panorama urbano.
La rivoluzione che entro breve dovrebbe trasformare il quartiere non è ancora stata metabolizzata. Troppe volte, negli anni passati, commercianti e residenti sono stati chiamati a dare un parere che immancabilmente si è poi infranto contro un nulla di fatto.

Questa volta però tutto sembra essere diverso. Si sta infatti ormai correndo verso lo sblocco del progetto che porterà alla nascita di un centro commerciale di 3.800 metri quadrati (con annessi negozi per 1.440 metri quadrati) e la possibile riapertura del cinema multisala, oltre a nuovi bar e ristoranti. Nascerà poi una piazza pubblica sulle ceneri dell’ex palazzina Fisac da abbattere.
Tutte parole ascoltate da chi nel quartiere vive e lavora anche nel corso di una riunione con gli amministratori – tenutasi alcuni mesi fa nella sede della Circoscrizione – e che adesso sembrano prossime a concretizzarsi. 

L’approfondimento nel video e sul “Corriere di Como” in edicola mercoledì 22 ottobre

21 ottobre 2014

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto