Camerlata, non si ferma all’alt della polizia e finisce con l’auto dentro il bar

Auto sfonda vetrina a Camerlata

È fuggito a un posto di blocco della polizia e, nel tentativo di far perdere le proprie tracce, un 22enne comasco ha perso il controllo della macchina all’altezza della rotonda di Camerlata, ha sfondato la vetrata di un bar e quindi il muro della lavanderia confinante, causando ingenti danni. Nell’incidente, il giovane ha riportato solo ferite lievi. Portato in Questura, è stato denunciato a piede libero per guida in stato di ebbrezza e per essersi rifiutato di sottoporsi al test. Era alla guida senza patente perché gli era già stata revocata.

L’episodio è accaduto attorno alle 3 di notte, a Como. Il 22enne era solo in auto. Avrebbe ignorato l’alt degli agenti di polizia che volevano fermarlo per un controllo. Durante la fuga seguito dai poliziotti, all’altezza di piazza Camerlata, avrebbe imboccato contromano la rotonda entrando nel parcheggio del benzinaio quindi, dopo aver divelto un paletto e un vaso di fiori, ha sfondato in pieno la vetrata di un bar, chiuso da tempo. Dopo aver distrutto la vetrina, la macchina ha abbattuto anche il muro della lavanderia confinante, andando a finire nel retro del locale, causando ingenti danni.

Il 22enne alla guida è stato soccorso da un’ambulanza della Croce Azzurra, ma non ha avuto poi bisogno di essere ricoverato in ospedale. È stato invece portato in Questura per gli accertamenti. Per gli agenti, il giovane, che si è rifiutato di fare il test dell’etilometro, sarebbe stato alla guida sotto gli effetti dell’alcol. Dopo le prime contestazioni, la sua posizione è comunque al vaglio per eventuali ulteriori provvedimenti. A Camerlata sono intervenuti i vigili del fuoco di Como per mettere in sicurezza i locali. Ingenti i danni alle strutture del bar e alla lavanderia. Quest’ultima è comunque aperta regolarmente, mentre sono stati avviati subito i lavori per ripristinare il locale danneggiato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.