Cronaca

Camion perde olio: autostrada chiusa e traffico paralizzato

1a9

Mattinata di caos in città
La perdita durante le operazioni di asfaltatura Chiusi gli accessi da Ponte Chiasso e Tavernola
L’olio perso da un mezzo impiegato nel cantiere per riasfaltare un tratto dell’autostrada A9 ha scatenato ieri mattina l’inferno su buona parte della viabilità cittadina.
Una vera e propria mattinata di passione, con auto e camion in coda, a passo d’uomo, che hanno impiegato anche due ore per spostamenti di pochi chilometri.

E con un grande dispiegamento di agenti della stradale e della polizia locale che hanno dovuto governare le pesanti conseguenze sul traffico cittadino per l’imprevista chiusura, all’inizio della mattinata, degli ingressi all’autostrada, in direzione Milano, da Tavernola e da Ponte Chiasso. I veicoli dirottati sulla viabilità ordinaria hanno man mano paralizzato la viabilità in vaste zone del capoluogo.

Lo stop, come detto, è stato causato da alcuni problemi all’interno del cantiere dove, all’altezza dello svincolo di Tavernola, si stava procedendo con la riasfaltatura di un tratto di autostrada. I lavori, che si sono svolti durante la notte, si sarebbero dovuti concludere all’alba, ma purtroppo così non è avvenuto.
Una delle macchine utilizzate nelle operazioni di asfaltatura, infatti, a causa di un guasto, ha riversato olio sulla strada. Una perdita imponente che, da quanto è stato possibile apprendere, ha comportato la fresatura del manto e la conseguente posa di nuovo asfalto, allungando i tempi del cantiere.
Per mettere in sicurezza l’autostrada, sin dalle prime ore di ieri mattina sono stati bloccati gli accessi all’A9 sia dalla rampa di Tavernola, quella che si diparte da via Asiago, sia dalla rampa che da Ponte Chiasso conduce all’autostrada. Il traffico è così stato, inevitabilmente, dirottato sulla viabilità ordinaria, facendola rapidamente collassare.
Lunghe code si sono infatti formate a Tavernola, Cernobbio, Monte Olimpino, Sagnino, Ponte Chiasso e poi, scendendo verso il centro città, in via Bellinzona, via per Cernobbio e Borgovico. Le auto e i mezzi pesanti che dovevano recarsi a Milano si sono diretti verso Grandate per poter rientrare in autostrada. Ma sia chi è passato dal centro città, sia chi ha imboccato via per San Fermo ha dovuto fare i conti con disagi e rallentamenti. I cartelli che segnalavano il problema sono stati posizionati perlopiù vicino agli ingressi dell’A9, perciò molti automobilisti si sono trovati imbottigliati nel caos a lungo senza nemmeno capire il perché.
Ore di super-lavoro, come detto, per gli agenti della polizia stradale, presenti a ridosso dell’area di cantiere sull’A9, e per la polizia locale, che in città ha presidiato i punti critici mettendo in campo tutto il personale disponibile.
Le due rampe di accesso all’autostrada sono state riaperte alle 14, anche se le code sono proseguite ancora per più di un’ora.

Michela Vitale

Nella foto:
la rampa di accesso che a Tavernola, da via Asiago, conduce all’autostrada è stata chiusa ieri mattina (foto Fkd)
25 maggio 2014

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto