Camionista comasco tampona i gendarmi, non guiderà più in Svizzera

Il 50enne italiano è stato denunciato dalla Polizia cantonale

Alla fine nessuno è rimasto ferito e questa è forse la notizia più importante, ma un camionista comasco di 53 anni rischia di pagare veramente caro l’incidente che ha causato questa mattina.

L’uomo era al volante di un grosso camion per il trasporto di sabbia o altro materiale edile, quando ha tamponato violentemente un’auto della polizia cantonale. L’incidente è avvenuto poco dopo le 9 sull’autostrada A2 in territorio di Sigirino, meno di 15 chilometri a Nord di Lugano.
“Per cause che l’inchiesta di polizia dovrà stabilire – spiegano dalla polizia cantonale – poco prima della galleria del dosso di Taverne un Tit con targhe italiane che si dirigeva verso sud ha tamponato l’auto che si trovava sulla corsia lenta, con lampeggianti accesi, quale protezione per i colleghi situati 300 metri più avanti”.

Il camionista avrebbe incredibilmente ignorato anche la segnaletica dello svincolo di Sigirino, con i semafori rossi. L’auto è andata completamente distrutta, mentre, come anticipato, l’agente che si trovava al suo interno non ha fortunatamente riportato ferite. “Il camionista, un 53enne italiano residente in provincia di Como, sarà denunciato al Ministero pubblico per inosservanza della segnaletica e grave infrazione alla Legge federale sulla circolazione stradale”.
I guai per lui non sono però finiti. “Gli verrà pure impedita la guida sul territorio svizzero” spiegano sempre nella nota. “Per evitare incidenti con conseguenze anche gravi, si rinnova l’invito ai conducenti a rispettare la segnaletica stradale, ad adattare la velocità alle condizioni del manto stradale e del traffico nonché ad evitare distrazioni quando si è al volante” conclude la cantonale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.