Camionista scomparso: trovati resti umani nel Ticino

Dopo 5 giorni di ricerche

(ANSA) – VIGEVANO (PAVIA), 16 FEB – I sommozzatori del vigili del fuoco nella tarda mattinata di oggi hanno ritrovato resti umani nel Ticino. Sono in corso gli accertamenti per capire se appartengano, come tutto lascia supporre, a Filippo Incarbone, il camionista di 49 anni ucciso ai primi di gennaio e gettato nel fiume. Per il delitto sono in carcere due vigevanesi, Michael Mangano, 31 anni, e Gianluca Iacullo, 44. Il loro fermo, eseguito dai carabinieri nelle prime ore di giovedì, è stato convalidato ieri dal gip di Pavia Luisella Perulli, che ha disposto per entrambi la custodia cautelare in carcere. Da cinque giorni consecutivi i vigili del fuoco stavano scandagliando quel tratto del Ticino, tra le località Ramo delle Streghe e Buccella, dove i due fermati hanno ammesso di aver gettato il corpo senza vita di Incarbone. Intanto da questa mattina i carabinieri dei Ris di Parma sono al lavoro nell’abitazione di via Buccella dove sarebbe stato commesso il delitto. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.