“Camminacittà”, tutto Volta in dieci tappe

Tempio Voltiano

Originale modo di celebrare il 275° anniversario della nascita di Alessandro Volta: conoscerlo nei luoghi che maggiormente ne conservano memoria, con un sito e presto con una cartellonistica accessibile a tutti. Ieri a Como nella casa natale dello scienziato, sede dell’Ordine degli Ingegneri, l’associazione Iubilantes ha presentato un progetto realizzato con l’Unione Ciechi e Ipovedenti (che festeggia il centenario) e i tre Lions comaschi.
È il n° 6 dei percorsi urbani della città di Como, parte integrante del portale www.camminacitta.it, online dal 2009 e consultabile anche da ciechi e ipovedenti, che offre un modo piacevole ed inclusivo di visitare a piedi le città, con interessanti itinerari di turismo culturale urbano, con testi in italiano e in inglese. Non si valorizzano solo i monumenti ma anche i punti di interesse adiacenti, intersezioni con altri percorsi, collegamenti con i mezzi pubblici e con i parcheggi. Il sesto cammino è tutto voltiano e si intitola “C’era unA. Volta – Il cammino dell’invenzione” e si articola in dieci tappe: la casa natale dello scienziato in via Volta, la Torre Gattoni, il liceo Volta, la chiesa di San Donnino, l’ex collegio del Gesuiti, il Monumento a Volta nell’omonima piazza, l’istituto Carducci con la Sala dei Nobel, l’area dove sorse l’esposizione Voltiana del 1899, il monumento The Life Electric sulla diga foranea e il Tempio Voltiano.
Il portale è già online, mentre la relativa cartellonistica con testi in braille, Qr code e tecnologia Nfc (la stessa dei bancomat contactless) per accedere ai contenuti sarà installata entro metà giugno. Un progetto fortemente sostenuto dai Lions come service solidale per utenti “deboli”. «La città va ridisegnata partendo proprio dalle esigenze degli utenti meno fortunati» ha rimarcato Giorgio Costanzo a nome dell’Ordine degli Architetti e degli stessi Iubilantes.
«Un’azione forte per favorire il turismo culturale in città grazie al genio immortale di Volta» ha sottolineato da parte sua il presidente del Lions Como Host, Giorgio Albonico. I Lions comaschi presenteranno ufficialmente l’iniziativa il 19 aprile nel “Lions day”.
Ieri, alla presentazione ha partecipato il sindaco Mario Landriscina che ha rivolto un plauso al cammino “percettivo” intitolato all’inventore della pila: «Volta – ha detto – è un’eredità impegnativa, un vero macigno che ci sprona a fare sempre meglio e mi fa piacere che nel segno del “fare” tante associazioni di diversa natura abbiano saputo fare sistema e si siano alleate per dare un contributo concreto con tanto entusiasmo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.