Campione d’Italia: indietro tutta sul “Dragon Casinò” a Villa Mimosa
Economia, Territorio

Campione d’Italia: indietro tutta sul “Dragon Casinò” a Villa Mimosa

Solo sabato scorso il progetto del “Dragon Casinò”, struttura tutta dedicata alla clientela cinese del Casinò di Campione d’Italia, veniva illustrato con grande enfasi dal sindaco Roberto Salmoiraghi. In poche ore il progetto – che ruotava attorno a Villa Mimosa, proprietà del Comune che sarebbe diventata una dépendance della casa da gioco – pare già scomparso. Cosa è cambiato in così poco tempo? La spiegazione è da cercare nelle carte dell’istanza firmata dalla Procura di Como che ha chiesto il fallimento della Casinò di Campione spa. Nelle pagine redatte dal procuratore capo Nicola Piacente dal pm Pasquale Addesso, infatti, si parla esplicitamente proprio di questa ventilata operazione e in termini tutt’altro che positivi. «In data 12 dicembre il consiglio comunale conferiva l’immobile denominato Villa Mimosa alla società partecipata», si legge negli atti.
«Società in stato di insolvenza» e dunque un simile «atto gestorio» sarebbe da intendere per la Procura come un allungamento «dell’irreversibile crisi in cui versa la società» e servirebbe solo a «aumentare la sua esposizione economica nei confronti del Comune».
Operazione definita «controproducente», che «aggraverebbe l’indebitamento» spogliando «l’ente locale di un bene di sua proprietà» tra l’altro «esponendo i pubblici amministratori che hanno autorizzato l’operazione a possibili responsabilità personali». Un passaggio, quest’ultimo, molto pesante. Da qui il cambio di rotta per il “Dragon Casinò” finito in poche ore dalle stelle alle stalle.

19 gennaio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto