Campione d’Italia, la proposta: «Stop a recupero crediti su prestiti e servizi»
Cronaca, Politica, Territorio

Campione d’Italia, la proposta: «Stop a recupero crediti su prestiti e servizi»

Sospensione delle azioni di recupero crediti da parte delle banche, dell’agenzie delle entrate e dei fornitori di servizi essenziali (gas, energia elettrica) per un anno, in attesa di nuove norme da mettere a punto a favore di Campione d’Italia. E la realizzazione di una Zes nell’enclave. Queste le principali proposte emerse ieri in Regione all’audizione del commissario prefettizio Giorgio Zanzi davanti a due organi del Pirellone, la Commissione regionale speciale sui Rapporti con la Svizzera e quella delle Attività produttive. Timida soddisfazione per i contenuti affrontati dall’incontro è stata espressa da Massimo D’Amico, presidente dell’Associazione operatori economici di Campione, presente al tavolo anche come membro del Comitato “Tornare Campione” presieduto da Simone Verda.
Sue le proposte sul congelamento di un anno delle richieste da parte di banche e Agenzia delle entrate. «Siamo consapevoli che la Lombardia non ha tutte le competenze per affrontare la situazione economica di Campione d’Italia – ha detto D’Amico – Il rapporto della Regione è però fondamentale per seguire l’iter a Roma».
«Il blocco della rivalsa da parte delle banche è un’ipotesi condivisibile», ha commentato Raffaele Erba, consigliere regionale del M5S Lombardia. Erba ha assicurato l’impegno su Campione anche del deputato Giovanni Currò. «Il tema ovviamente è nazionale – ha concluso Erba – Il 22 novembre ne discuterà il Senato e c’è ancora tempo per portare in quella sede le istanze del territorio».
Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd e segretario della Commissione consiliare Rapporti tra Lombardia e Confederazione svizzera, ha dichiarato: «Il quadro è drammatico. Stiamo rischiando di veder fallire, collassare e chiudere un intero paese della provincia».
Il consigliere Pd aveva già incontrato la delegazione campionese in mattinata assieme al senatore Dem Alessandro Alfieri e all’ex consigliere regionale Luca Gaffuri. Durante l’incontro, Angelo Orsenigo ha spiegato anche che «bisogna sfatare il mito del paese del bengodi e delle spese folli. Il contesto di Campione – ha concluso – va inserito nell’ambito dei costi della vita svizzeri. Mi sento di proporre una Zes per l’enclave».

13 Novembre 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto