Campione d’Italia, Orsenigo: “Serve una Zes, lo diciamo da mesi”

Campione d'Italia. Panorama

“Non può che renderci soddisfatti il fatto che il sottosegretario all’Economia della Lega Garavaglia, già assessore regionale alle Finanze, sia d’accordo con noi: a Campione d’Italia serve una Zes, una zona economica speciale”, lo dice Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd e segretario della Commissione speciale rapporti tra la Lombardia e la Confederazione elvetica, dopo aver letto la proposta dell’esponente leghista, già lanciata dal Partito democratico a novembre.

“Da mesi diciamo che l’unica soluzione per una realtà particolare come Campione d’Italia è quella di una Zes, ovvero un’area dove applicare politiche anche fiscali particolari e più flessibili – continua Orsenigo –. Per questo avevo chiesto che Regione Lombardia si facesse parte attiva da subito e partecipativa sul futuro del casinò. Ha risposto l’ex assessore che oggi parla a nome del Governo centrale. Ed è esattamente della nostra opinione. Quindi adesso ci aspettiamo degli atti concreti e immediati”.

Anche perché, fa presente il consigliere Pd, “per i cittadini di Campione la situazione è a dir poco tragica: i dipendenti comunali da un anno non ricevono lo stipendio, municipio, scuole e poste sono al freddo perché non sono più in grado di pagare il riscaldamento, il casinò ha perso tutti i suoi clienti a vantaggio di Mendrisio e Lugano che hanno visto incrementi anche del 40%. E da Roma non arrivano segnali sulla nomina del commissario, dopo quasi un mese dalla scadenza dei termini indicati dal decreto fiscale. È davvero il caso di intervenire con la massima urgenza perché finora il Governo gialloverde ha letteralmente abbandonato questi cittadini italiani”.

Orsenigo non rimarrà in attesa: “Porterò la questione in Commissione speciale e la ribadirò in ogni seduta, finché non si troverà una soluzione definitiva”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.