Canna da pesca per consegna medicine

Anziano di Cordenons non vuole distanza ravvicinata

(ANSA) – CORDENONS (PORDENONE), 12 MAR – Un uomo di Cordenons (Pordenone) per non rischiare contatti ravvicinati, che potrebbero favorire il contagio del coronavirus, usa la canna da pesca per farsi consegnare il materiale che gli viene portato a domicilio. Questa mattina – come ha documentato la televisione locale TelePordenone – ha atteso l’arrivo dell’incaricata della locale farmacia: a quel punto ha fatto agganciare all’amo la borsetta di plastica e l’ha recuperata, restando sempre a una decina di metri dal proprio interlocutore. Da quanto si è appreso, l’anziano ha fatto sapere che si augura che tutti mantengano, come lui, le misure di sicurezza: "Se tutti facessero come me, non si correrebbero rischi e il virus sarebbe spacciato", è stato il commento che ha rilasciato ai giornalisti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.